sabato 11 marzo 2023

22 Marzo - Giornata Mondiale dell'acqua - WORLD WATER DAY



Nella giornata mondiale dedicata all'acqua le associazioni del territorio si sono unite per realizzare un'evento di sensibilizzazione.

Il 22 marzo alla Casa della Pietra di Aurisina si terrà una serata dedicata al World Water Day.


Programma DALLE 18.00


 "Il Golfo che non ti aspetti" 

multivisioni subacquee di Fabio Iardino e Chiara Scrigner e 

presentazione del libro "Italia in Natura: FVG e Veneto" 

Pubblinova Edizioni Negri. 

 Presentazione di Alessandra Pollina e la mostra "Mare da Amare" nel contesto de Le vie delle Foto.

 “Le attività di ricerca e divulgazione dell’AMP Miramare” con Maurizio Spoto e Saul Ciriaco.


Interventi di

Igor Gabrovec, Sindaco di Duino Aurisina;

Tullio Maestro, presidente del Lions Club Duino Aurisina;

Linda Simeone direttrice de Le vie delle Foto; 

Massimo Romita, presidente del Gruppo Ermada Flavio Vidonis.




Duino&Book Cammina

 Ecco a voi le iniziative delle camminate di Marzo: non riusciamo proprio a stare fermi! 





mercoledì 1 marzo 2023

20 marzo - #storiediangeli San Giuseppe l'uomo giusto con Don Fabio La Gioia



Vi aspettiamo il 20 marzo presso l'oratorio San Giuseppe al Villaggio al Pescatore per la presentazione del libro

San Giuseppe l'Uomo Giusto di Don Fabio La Gioia

dialogherà con l'autore

Presidente del Gruppo Ermada Flavio Vidonis, Massimo Romita

Scrivere su san Giuseppe significa da un lato attingere alla fonte del vangelo, dall’altro tenere perlomeno conto di ciò che attraverso la storia è sorto e si è riflettuto su di lui. Di primo acchito si può dire che il vangelo è molto parco nel parlare di san Giuseppe, non facendogli peraltro dire alcuna parola.


martedì 28 febbraio 2023

"Tutto è Santo" - Puntata Online - Il Mondo di Pasolini tra il mare e le città



Vi diamo appuntamento questa domenica a una nuova puntata online dedicata a Pasolini!


Nell'ambito del progetto
"𝐈𝐥 𝐌𝐨𝐧𝐝𝐨 𝐝𝐢 𝐏𝐚𝐬𝐨𝐥𝐢𝐧𝐢 𝐭𝐫𝐚 𝐢𝐥 𝐦𝐚𝐫𝐞 𝐞 𝐥𝐞 𝐜𝐢𝐭𝐭à"
speciale puntata online

“TUTTO E' SANTO”

domenica 𝟓 𝐦𝐚𝐫𝐳𝐨 𝟐𝟎𝟐𝟑 𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝟏𝟖.𝟎𝟎
su tutti i nostri canali social

Intervista a:
Giuseppe Garrera curatore della mostra"𝐏𝐢𝐞𝐫𝐩𝐚𝐨𝐥𝐨 𝐏𝐚𝐬𝐨𝐥𝐢𝐧𝐢 𝐓𝐔𝐓𝐓𝐎 𝐄' 𝐒𝐀𝐍𝐓𝐎 𝐢𝐥 𝐜𝐨𝐫𝐩𝐨 𝐩𝐨𝐞𝐭𝐢𝐜𝐨" che si svolge nel Palazzo delle Esposizioni a Roma.

Intervista a Giuseppe Garrera uno dei curatori della mostra che si svolge nel Palazzo delle Esposizioni "Pierpaolo Pasolini TUTTO E' SANTO il corpo poetico"

In occasione del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini (Bologna, 5 marzo 1922 – Roma, 2 novembre 1975), l’Azienda Speciale Palaexpo di Roma, le Gallerie Nazionali di Arte Antica e il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo celebrano la figura del regista, scrittore e artista, nelle rispettive sedi museali, con un progetto espositivo coordinato e condiviso, articolato in tre mostre distinte dal titolo: Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il progetto concepito e curato collettivamente da Michele Di Monte, Giulia Ferracci, Giuseppe Garrera, Flaminia Gennari Santori, Hou Hanru, Cesare Pietroiusti, Bartolomeo Pietromarchi, Clara Tosi Pamphili, ha come punto di partenza il tema della corporeità e intreccia discipline, media, opere originali e documenti di archivio secondo tre direttrici autonome, specifiche per ogni sede, ma concepite per potersi integrare allo scopo di sollecitare riflessioni inedite sulla produzione pasoliniana, sull’influenza culturale che ha esercitato e ancora esercita sullo sguardo di chi la osserva dal XXI secolo.

Il titolo comune, Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO, è ispirato alla frase pronunciata dal saggio Chirone nel film Medea (1969), a evocare la misteriosa sacralità del mondo: il mondo arcaico, religioso, del sottoproletariato, un mondo senza classi e senza appartenenze ideologiche, in opposizione a quello della modernità ordinato secondo i principi razionali, laici, borghesi.

La mostra al Palazzo delle Esposizioni, dal 19 ottobre 2022 al 26 febbraio 2023, Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico – a cura di Giuseppe Garrera, Cesare Pietroiusti, Clara Tosi Pamphili e Olivier Saillard (co-curatore per la sezione dedicata ai costumi) – presenta esclusivamente materiali originali: un’accurata selezione di oltre 700 pezzi che vanno a comporre un ritratto “corporeo” e inedito del grande intellettuale italiano: fotografie vintage, giornali dell’epoca, prime edizioni di libri, riviste sulle quali per la prima volta comparvero interviste, articoli, interventi, e poi dattiloscritti, ciclostilati, filmati, dischi, nastri, e oltre 100 costumi e abiti di scena. Un’esposizione che, in ogni sua parte, parla di amore per le cose e i corpi, nel nome della santità del reale.



lunedì 27 febbraio 2023

“𝐒𝐮𝐥𝐥𝐞 𝐭𝐫𝐚𝐜𝐜𝐞 𝐝𝐢 𝐏𝐚𝐬𝐨𝐥𝐢𝐧𝐢 𝐚 𝐑𝐨𝐦𝐚” - Puntata Online - Il Mondo di Pasolini tra il mare e le città

 



Vi diamo appuntamento questo sabato a una nuova puntata online dedicata a Pasolini!

Nell'ambito del progetto
"𝐈𝐥 𝐌𝐨𝐧𝐝𝐨 𝐝𝐢 𝐏𝐚𝐬𝐨𝐥𝐢𝐧𝐢 𝐭𝐫𝐚 𝐢𝐥 𝐦𝐚𝐫𝐞 𝐞 𝐥𝐞 𝐜𝐢𝐭𝐭à"
speciale puntata online

“𝐒𝐮𝐥𝐥𝐞 𝐭𝐫𝐚𝐜𝐜𝐞 𝐝𝐢 𝐏𝐚𝐬𝐨𝐥𝐢𝐧𝐢 𝐚 𝐑𝐨𝐦𝐚”

sabato 𝟒 𝐦𝐚𝐫𝐳𝐨 𝟐𝟎𝟐𝟑 𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝟏𝟖.𝟎𝟎
su tutti i nostri canali social

Interventi di:
Francesco Lioce - Comitato Scientifico di Radio Giano Public History

Intervista a Francesco Lioce componente del comitato scientifico di Giano History, partner del progetto. La prima puntata parla dei luoghi in cui ha vissuto Paolini: da Rebibbia ed Eur, passaggio ad un miglioramento Sociale che lo stesso pasolini ha deciso di mostrare acquistando una casa proprio all'Eur


👉PAGINA FACEBOOK duinobook

venerdì 24 febbraio 2023

“Il mondo di Pasolini tra il Mare e le Città” - DIALOGHI | FIGURE | LUOGHI - PROGRAMMA

 Ecco a voi il programma delle due giornate 

di 

DIALOGHI | FIGURE | LUOGHI






Il convegno è promosso dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis, dal Duino&Book Festival, oltre che dal Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Trieste, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e si svilupperà su due giornate di studio tra il 24 e il 25 febbraio prossimo, presso la sede di Androna Campo Marzio, 10 (Sala Atti "Arduino Agnelli"), con la cura scientifica di Sergia Adamo, Elisa Donzelli e Christian Sinicco. Vi parteciperanno studiosi e studiose di diverse Università e Centri di ricerca, fra cui Silvia De Laude (curatrice dei Meridiani con Walter Siti), Emiliano MorrealeAntonio TricomiCristina BenussiRaoul Kirchmayr, ma pure giovani ricercatori interessati ai temi pasoliniani. Oltre agli interventi in programma, sono previsti due momenti dedicati alla lettura: venerdì, intorno alle 19, l'attore Gualtiero Giorgini leggerà brani tratti da Petrolio, mentre sabato, intorno alle 12.30, il poeta Christian Sinicco leggerà un testo poetico tratto da Trasumanar e organizzar.

mercoledì 22 febbraio 2023

“Il mondo di Pasolini tra il Mare e le Città”



Il mondo di Pasolini tra il Mare e le Città” è un articolato progetto ideato e sviluppato dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis di Duino Aurisina con il sostegno della Regione FVG sui Bandi Cultura dedicati in particolare all’anniversario della nascita di Pier Paolo Pasolini.


Il progetto – ha voluto sottolineare il presidente del Gruppo Ermada, Massimo Romita - toccherà diverse discipline protagoniste della vita dell’autore, dal teatro alla fotografia, dal cinema alla poesia, proprio per rendere omaggio alla straordinaria figura di Pasolini. Attraverso le Città protagoniste della vita di Pasolini abbiamo voluto ripercorrere sotto diverse forme artistiche i testi, i brani e i contenuti lasciateci da Pasolini stesso. Grazie a dieci partner nazionali, enti istituzioni, parchi ed associazioni, percorreremo lungo l’Italia delle importanti tappe, partendo proprio da Bologna città natia di Pasolini. Il 5 marzo 2022 infatti è stata proprio la città di Bologna ad ospitare due conferenze promosse dal Gruppo Ermada che andavano ad omaggiare l’autore protagonista di questo progetto.





Pasolini. Dialoghi, figure, luoghi


A conclusione delle celebrazioni del centenario della nascita di Pasolini, che ha visto numerose iniziative tese a proporre nuove letture e riflessioni critiche, il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Trieste ospita un convegno dedicato alle interrelazioni tra l’intellettuale di Casarsa e altre figure e luoghi con cui egli è stato e può continuare a essere in dialogo. Si parlerà infatti, del rapporto con Proust, con i poeti triestini, con Attilio Bertolucci, tra gli altri ; ma anche del posizionamento di Pasolini come intellettuale rispetto ai luoghi che connotano la sua esperienza ; e ancora di relazione tra la scrittura letteraria e quella per il cinema, della scrittura epistolare, di quella teatrale.

Il convegno è promosso dal Gruppo Ermada Flavio Vidonis, dal Duino&Book Festival, oltre che dal Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Trieste, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e si svilupperà su due giornate di studio tra il 24 e il 25 febbraio prossimo, presso la sede di Androna Campo Marzio, 10 (Sala Atti "Arduino Agnelli"), con la cura scientifica di Sergia Adamo, Elisa Donzelli e Christian Sinicco. Vi parteciperanno studiosi e studiose di diverse Università e Centri di ricerca, fra cui Silvia De Laude (curatrice dei Meridiani con Walter Siti), Emiliano Morreale, Antonio Tricomi, Cristina Benussi, Raoul Kirchmayr, ma pure giovani ricercatori interessati ai temi pasoliniani. Oltre agli interventi in programma, sono previsti due momenti dedicati alla lettura: venerdì, intorno alle 19, l'attore Gualtiero Giorgini leggerà brani tratti da Petrolio, mentre sabato, intorno alle 12.30, il poeta Christian Sinicco leggerà un testo poetico tratto da Trasumanar e organizzar.


Il 4 e il 5 marzo in occasione dell'anniversario della nascita di Pasolini, il Gruppo Ermada Flavio Vidonis nell'ambito del progetto ha voluto dedicare due puntate speciali che andranno in onda sui canali social del progetto e di Duino Book, interamente ambientate a Roma.


Sabato 4 marzo h18 “Sulle tracce di Pasolini a Roma”

Intervista a Francesco Lioce componente del comitato scientifico di Giano History, partner del progetto. La prima puntata parla dei luoghi in cui ha vissuto Paolini: da Rebibbia ed Eur, passaggio ad un miglioramento Sociale che lo stesso Pasolini ha deciso di mostrare acquistando una casa proprio al quartiere Eur di Roma.


Domenica 5 marzo h18 “Tutto è santo”

Intervista a Giuseppe Garrera uno dei curatori della mostra che si svolge nel Palazzo delle Esposizioni "Pierpaolo Pasolini TUTTO E' SANTO il corpo poetico"

In occasione del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini (Bologna, 5 marzo 1922 – Roma, 2 novembre 1975), l’Azienda Speciale Palaexpo di Roma, le Gallerie Nazionali di Arte Antica e il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo celebrano la figura del regista, scrittore e artista, nelle rispettive sedi museali, con un progetto espositivo coordinato e condiviso, articolato in tre mostre distinte dal titolo: Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il progetto concepito e curato collettivamente da Michele Di Monte, Giulia Ferracci, Giuseppe Garrera, Flaminia Gennari Santori, Hou Hanru, Cesare Pietroiusti, Bartolomeo Pietromarchi, Clara Tosi Pamphili, ha come punto di partenza il tema della corporeità e intreccia discipline, media, opere originali e documenti di archivio secondo tre direttrici autonome, specifiche per ogni sede, ma concepite per potersi integrare allo scopo di sollecitare riflessioni inedite sulla produzione pasoliniana, sull’influenza culturale che ha esercitato e ancora esercita sullo sguardo di chi la osserva dal XXI secolo.

Il titolo comune, Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO, è ispirato alla frase pronunciata dal saggio Chirone nel film Medea (1969), a evocare la misteriosa sacralità del mondo: il mondo arcaico, religioso, del sottoproletariato, un mondo senza classi e senza appartenenze ideologiche, in opposizione a quello della modernità ordinato secondo i principi razionali, laici, borghesi.

La mostra al Palazzo delle Esposizioni, dal 19 ottobre 2022 al 26 febbraio 2023, Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico – a cura di Giuseppe Garrera, Cesare Pietroiusti, Clara Tosi Pamphili e Olivier Saillard (co-curatore per la sezione dedicata ai costumi) – presenta esclusivamente materiali originali: un’accurata selezione di oltre 700 pezzi che vanno a comporre un ritratto “corporeo” e inedito del grande intellettuale italiano: fotografie vintage, giornali dell’epoca, prime edizioni di libri, riviste sulle quali per la prima volta comparvero interviste, articoli, interventi, e poi dattiloscritti, ciclostilati, filmati, dischi, nastri, e oltre 100 costumi e abiti di scena. Un’esposizione che, in ogni sua parte, parla di amore per le cose e i corpi, nel nome della santità del reale.

Dal 7 aprile la prima tappa (di sette) della Mostra "Il Mondo di Pasolini tra il Mare e le Città" al Cinema Cristallo promossa in collaborazione con il Comune di Grado partner del progetto .

La mostra realizzata su pannelli Forex, realizzata dalla direttrice de Le Vie delle Foto Linda Simeone, tocca tutte le città coinvolte nel Progetto.

Pasolini rivive oggi più che mai nell'anno dei festeggiamenti dedicati al centenario della sua nascita.

Seguire e comprendere Pasolini con tutti i suoi lati oscuri e nascosti secondo Linda Simeone può essere fatto solo attraverso i suoi passi, ripercorrendo i percorsi che lui stesso ha intrapreso da quando è nato. Bologna, Casarsa, Idrja, Roma, Grado, Ostia, Terracina, Sabaudia, Sacile, Reggio Calabria. Prima per seguire il padre, poi restare con la famiglia creando la sua identità e poi ancora per scappare da una mentalità troppo lontana da quella in cui lui stesso viveva.

I posti che ha vissuto e hanno caratterizzato la vita, il linguaggio e perchè no anche i pensieri di Pier Paolo sono rappresentati in questi quattordici scatti e vogliono evidenziare e valorizzare la sua vita da zingaro, che, si sa, influisce in primis sul pensiero, ma non solo, anche sull'apertura verso un mondo che ha saputo, solo in parte, accettare Pasolini, un genio irriverente che tutt'ora fa parlare di se in parte bene ed in parte male.

Pasolini rivive in questi quattordici scatti moderni grazie all'elaborazione grafica di altre quattordici immagini famose che ritraggono l'artista, rivisitate con il photoshop a "matita" e stampate su pannelli in forex. Un viaggio che esalta la diversità, dei luoghi che hanno caratterizzato la vita di Pasolini ed inevitabilmente ne hanno influenzato il carattere.

E voi, ve lo siete mai chiesti in che dialetto pensava Pasolini?

Un anno di eventi in programma a Menfi, svelato il calendario della Capitale Italiana del Vino 2023. E ritorna Inycon, la grande kermesse enologica di Sicilia

 Decine di appuntamenti a Menfi e nelle Terre Sicane per winelovers, viaggiatori ed amanti del vino e del turismo di qualità. In prima linea la comunità degli agricoltori, le cantine del territorio, i ristoratori e gli albergatori pronti a celebrare Menfi Città Italiana del Vino 2023. Tra gli eventi più importanti presentati Sabato 18 Febbraio, anche Inycon: un'ouverture a fine aprile e poi tre giorni a giugno subito dopo il solstizio d’estate




Menfi, Lunedì 20 Febbraio 2023 - Distese di vigneti abbracciano oltre la metà del territorio di Menfi, dalle spiagge fino alle dolci colline i lunghi filari raccontano l’essenza del territorio: agricoltura di qualità e turismo enogastronomico ed esperienziale, oggi considerati il vero valore aggiunto di un areale dove il vino è motore propulsore dell'intero comprensorio. Nelle nuova location di Mandrarossa è stato presentato il calendario di attività (che sarà incrementato in itinere) per Menfi Città Italiana del Vino 2023: presenti i Comuni della valle del Belìce e diverse Città del Vino, gli agricoltori, gli operatori del settore ricettivo ed enogastronomico ma soprattutto le cantine, vera anima di un territorio che oggi racconta una Sicilia legata alle tradizioni ma con un continuo sguardo al futuro. “Gli eventi che abbiamo presentato oggi sono un punto di inizio e non di arrivo - sottolinea il Sindaco di Menfi e Presidente della Fondazione Inycon Marilena Mauceri -  Per la prima volta siamo riusciti, grazie a tutti i partner coinvolti a realizzare un calendario unico che abbraccia gli appuntamenti più importanti delle Terre Sicane”. Una mattinata di incontro e racconto. Degustazioni, corsi, convegni ma anche importanti eventi in programma: il 4 Marzo Menfi ospiterà la Giornata Nazionale Donne del Vino alla presenza della neo presidente Daniela Mastroberardino, il 19 Aprile l’Unione Italiana Vini propone un convegno dal titolo "Il vino alla sfida del cambiamento", 28-29-30 Aprile l’Overture di Inycon (che torna dal 23 al 25 giugno), a maggio il XXI Concorso Enologico Internazionale Città del Vino 2023, a Montevago la festa di San Domenico ad Agosto e quella del Vino a Settembre e poi altri eventi di rilievo nelle Città partner del progetto come Sambuca di Sicilia, Santa Margherita, Sciacca, Caltabellotta e Contessa Entellina.

Grande attenzione rivolta al territorio di Menfi con le sue cantine (Barbera, Planeta, Settesoli, Serra Ferdinandea, Feudi del Pisciotto, Tenuta Stoccatello, Masseria del Carboj) ma anche con la sua DOC di riferimento, nata nel 1995 su spinta del Cavaliere Diego Planeta, che oggi è considerata tra le più interessanti del panorama enologico e sesta per produzione nell’isola.

A Menfi l’agricoltura ha saputo realizzare un modello integrato di economia che, salvaguardando e valorizzando le colture tipiche locali, è riuscita ad aprire nuove opportunità e prospettive: tra i riconoscimenti più importanti che oggi la rendono meta turistica apprezzata sicuramente le diverse Bandiere Blu (per il mare pulito) e Verdi (per le spiagge a misura di bambino).

Alla giornata di Sabato, partecipatissima con la presenza di tutti gli attori del territorio, erano presenti Angelo Radica e Paolo Corbini, rispettivamente Presidente e Direttore dell'Associazione Città del Vino, i Sindaci delle Città del Vino siciliane, le cantine della Valle del Belìce, AIS Sicilia, il GAL Valle del Belìce, i ristoratori, i titolari delle strutture ricettive e tutti gli attori coinvolti in questo anno di attività che vedrà Menfi al centro del palcoscenico italiano


Per informazioni e dettagli è possibile consultare il sito della Fondazione Inycon https://fondazioneinycon.it/ e / o contattare la segreteria al seguente indirizzo mail info@menficittaitalianadelvino2023.it


sabato 18 febbraio 2023

Invito alla Conferenza Stampa Dialoghi | Figure | Luoghi - Il Mondo di Pasolini tra il mare e le città


 Abbiamo il piacere di invitare la s.v. alla conferenza stampa di presentazione del convegno organizzato nell'ambito del progetto

"Il Mondo di Pasolini tra il mare e le città"

DIALOGHI | FIGURE | LUOGHI

mercoledì 22 febbraio 2023 alle ore 11.30

presso il

Dipartimento di Studi Umanistici

Università di Trieste

via Lazzaretto vecchio, 8 Aula 3

Interventi di:

Massimo Romita - Presidente Gruppo Ermada VF

Sergia Adamo - Università di Trieste

Christian Sinicco - Poeta

info: 345.2911405

venerdì 17 febbraio 2023

18 febbraio - Vino, cultura e turismo: al via un anno di eventi nel cuore delle terre sicane


Un anno di eventi attendono Menfi e le Terre Sicane per celebrare il passato, il presente e il futuro della Capitale del Vino Italiana 2023. Grande coinvolgimento delle cantine e del tessuto turistico del territorio: l’enoturismo al centro dell’agenda. Tra le grandi novità il ritorno di Inycon, la prima e più antica manifestazione del vino in Sicilia legata ai suoi luoghi di produzione 

 

Menfi, Giovedì 16 Febbraio 2023 - Terra di vino, olio, mare e turismo, Menfi è in trepida attesa per la Cerimonia di insediamento a Città Italiana del Vino 2023 dopo il passaggio di consegne avvenuto a Duino Aurisina (Trieste) durante la Convention dell’Associazione Nazionale dei 470 Comuni vitivinicoli ed enoturistici, alla presenza dei rispettivi sindaci. L’appuntamento, incentrato su diverse tematiche legate ai territori e alla valorizzazione dei prodotti vitivinicoli, delle progettualità e della promozione, è per Sabato 18 Febbraio alle 10:30 presso la nuova cantina di Mandrarossa per dare avvio alle attività di Menfi Città Italiana del Vino 2023, nel cuore delle Terre Sicane.. 

 

Presenti i Sindaci delle Città del Vino siciliane, le cantine della Valle del Belìce, i ristoratori, i titolari delle strutture ricettive e tutti gli attori coinvolti in questo anno di attività che vedrà Menfi al centro del palcoscenico italiano: “Menfi è da sempre terra di vino - racconta il Sindaco e Presidente della Fondazione Inycon Marilena Mauceri - simbolo di un areale che ritrova nella DOC Menfi tutti gli elementi per un grande racconto del territorio. Questo riconoscimento non è punto di arrivo ma vuole generare un rilancio di questa straordinaria comunità che proprio nel vino ha trovato un punto di riferimento economico e sociale sul quale costruire il proprio futuro”. A Menfi l’agricoltura ha saputo realizzare un modello integrato di economia che, salvaguardando e valorizzando le colture tipiche locali, è riuscita ad aprire nuove opportunità e prospettive: tra i riconoscimenti più importanti che oggi la rendono meta turistica apprezzata sicuramente le diverse Bandiere Blu (per il mare pulito) e Verdi (per le spiagge a misura di bambino).

La Capitale italiana del Vino, efficace iniziativa intrapresa da Città del Vino – commenta Angelo Radica, presidente dell’Associazione nazionale Città del Vino -, è un riconoscimento in grado di creare condivisione, ricadute economiche e sociali sul territorio, avvicinare il grande pubblico ed i giovani in particolare, alla cultura del vino di qualità di questo grande territorio.

Tutti i dettagli e gli eventi in programma saranno svelati durante la giornata del 18 Febbraio dove saranno presenti anche Angelo Radica e Paolo Corbini, rispettivamente Presidente e Direttore dell'Associazione Città del Vino. 

Anche Duino&Book  all'interno del Concorso letterario "Racconti intorno al vino" premio letterario a cura degli Ambasciatori delle Città del Vino sarà partecipe di Menfi Città Italiana del Vino 2023.


L’Associazione Nazionale Città del Vino ha indetto la III edizione del concorso letterario “RACCONTI INTORNO AL VINO” in memoria di Nino D’Antonio, docente universitario di letteratura, scrittore e giornalista, Ambasciatore delle Città del Vino, Associazione per la quale nel corso degli anni ha collaborato scrivendo libri, articoli, ritratti di personaggi, storie di territori e di vini, con la sua straordinaria capacità narrativa e la riconosciuta e dotta eloquenza.

Il Gruppo Ermada Flavio Vidonis farà parte della giuria del concorso e a novembre in occasione della Convention avrà il piacere di ospitare i vincitori proprio all'interno di XDuinoBook.

Per informazioni e dettagli è possibile consultare il sito della Fondazione Inycon https://fondazioneinycon.it/ e / o contattare la segreteria al seguente indirizzo mail 

info@menficittaitalianadelvino2023.it